Blog

6 Luglio 2017

Creazione e sviluppo di attività extra agricole.

Contributo a fondo perduto fino al 75% per la creazione e sviluppo di attività extra agricole.

PSR 2014/2020. Misura 6.4.01

Area Geografica: Sicilia

Scadenza: 15/09/2017

Beneficiari: PMI, Micro Impresa

Settore: Agricoltura

Spese finanziate: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti, Risparmio energetico/Fonti rinnovabili, Consulenze/Servizi

Agevolazione: Contributo a fondo perduto

Dotazione Finanziaria: € 25.000.000

Descrizione completa del bando

L’operazione 6.4.a ha come obiettivo la diversificazione delle attività agricole verso attività extra – agricole, con la finalità di incrementare sia la redditività che la dimensione economica delle imprese agricole che diversificano le proprie attività, contribuendo al loro rafforzamento competitivo e migliorando la competitività dei produttori primari, integrandoli meglio nella filiera agroalimentare.

Soggetti beneficiari

I beneficiari dell’operazione 6.4.a sono gli agricoltori e i coadiuvanti familiari. I coadiuvanti familiari, pur non rivestendo la qualifica di lavoratori agricoli dipendenti, devono risultare stabilmente dediti alla attività agricola nella azienda di cui è titolare un familiare al momento della presentazione della domanda di sostegno, ed essere iscritti come tali negli elenchi previdenziali.

Tipologia di interventi ammissibili

  1. Agricoltura sociale: attraverso l’impiego delle dotazione aziendali (coltivazioni, animali, strutture, ecc.) si intende favorire la creazione di prestazioni sociali negli ambiti delle attività rieducative e terapeutiche, dell’inserimento nel mondo del lavoro e della inclusione sociale, delle attività pedagogiche, dei servizi di assistenza alla persona.
  2. Agriturismo e diversificazione verso attività extra-agricole: sono ricomprese le iniziative riguardanti le aziende/fattorie didattiche, e l’attività di ristorazione, purché congiunta a quella di ospitalità; la realizzazione nella azienda agrituristica di punti vendita e trasformazione dei prodotti aziendali; investimenti per l’offerta di servizi per l’agriturismo relativi alla realizzazione di attività informativa, promozione di attività extra – agricole, attività sportive, ricreative e culturali, ivi inclusi interventi per la fruizione di aree naturali quali Natura 2000, Parchi o Riserve.

Tipologia di spese ammissibili

– ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento di fabbricati e manufatti aziendali esistenti, e delle relative aree di pertinenza, per la diversificazione delle attività agricole verso attività extra-agricole;

– attrezzature specifiche e necessarie per l’attività sociale nell’ambito di un progetto di agricoltura sociale;

– installazione e ripristino di impianti termici e telefonici dei fabbricati;

– realizzazione di opere connesse al superamento di barriere architettoniche e di prevenzione dei rischi, rientranti negli investimenti riguardanti il miglioramento del bene immobile;

-opere e attrezzature connesse alle attività da realizzare;

– adozione di strutture, attrezzature, processi, servizi e tecnologie innovativi;

– interventi che rispondano ai criteri di sostenibilità ambientale;

– acquisto di hardware e software finalizzati alla gestione delle attività extra – agricole;

– acquisto di nuovi macchinari, attrezzature e mobilio da destinare allo svolgimento degli interventi di progetto;

– realizzazione siti internet e di tutte le nuove forme di promozione online, ad esclusione dei costi gestionali;

– impianti di raccolta, cippatura, pellettizzazione e stoccaggio di biomasse agro-forestali;

– centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets;

– piccoli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili;

– impianti ausiliari finalizzati alla realizzazione delle tipologie previste ai punti precedenti e impianti di co-generazione per la produzione combinata di elettricità e calore da fotovoltaico e minieolico con percentuale minima utilizzata di cogenerazione termica non inferiore al 40%;

– realizzazione e/o adeguamento di strutture e volumi tecnici necessari alla attività e di quanto occorre per l’allacciamento alle linee elettriche;

– la realizzazione o l’adattamento di locali destinati alla macellazione aziendale;

– le attrezzature occorrenti per un mini-macello, quali celle frigorifere, guide, profilati, ganci d’acciaio, e le attrezzature per la catena del freddo;

– spese generali e di progettazione collegate alle spese di cui ai punti precedenti nel limite massimo del 12% dell’importo dell’investimento ammissibile.

Entità e forma agevolazione

La dotazione finanziaria dell’operazione 6.4.a è pari ad € 25.000.000,00.

Il sostegno previsto in tutta l’operazione è concesso con un’intensità di aiuto del 75%.

Scadenza

Le domande di partecipazione al bando possono essere presentate dal 15.05.2017 al 15.09.2017

Per approfondimenti sulle modalità di partecipazione cliccare sul link, oppure andare alla pagina contatti.

Blog
About Claudio D'Audino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *