Blog

9 Maggio 2016

La consulenza di Direzione e le decisioni aziendali

Per capire a cosa è utile all’interno dell’azienda il consulente di Direzione, occorre verificare qual è il quadro complessivo dell’attività da lui svolta per poi entrare nel dettaglio delle singole funzioni e delle attività e dei servizi che caratterizzano la Consulenza di Direzione Aziendale, ed a cosa serve la sua consulenza nell’ambito aziendale.

La norma UNI EN 16114:2011 definisce la consulenza di management come: “Insieme di attività multidisciplinari di lavoro intellettuale, nel campo delle attività di management, che mira a creare valore o a promuovere cambiamenti, attraverso la fornitura di consigli o soluzioni, intraprendendo azioni oppure producendo servizi erogati (deliverable)”.

Declinando in parole più semplici, la consulenza di Direzione (o Management Consulting in inglese), è quella funzione che affianca il management dell’impresa, o l’imprenditore, nello sviluppo e nel miglioramento della gestione aziendale.

L’attività del consulente di Direzione, affianca diversi settori aziendali; in genere la consulenza di Management è svolta da uno studio in cui sono contemporaneamente presenti più professionisti ognuno con una sua specializzazione (esperti di marketing, coaching, analisti finanziari, consulenti di organizzazione aziendale, business developper, etc.). In alcuni casi il servizio di consulenza di direzione viene svolto in modo temporaneo in caso di necessità particolari, quando assume la denominazione di Temporary Management, del quale parliamo in altro articolo (clicca qui per approfondire).

Data la tipologia di attività che richiede una conoscenza  molto approfondita dell’azienda e delle sue problematiche, si tratta di un tipo di consulenza che viene svolta “a domicilio”, nel senso che il consulente per capire le dinamiche che muovono l’azienda, deve viverla dall’interno, parlare con il management, o con l’imprenditore, farsi illustrare i processi produttivi e l’organizzazione e l’organigramma aziendale, deve relazionarsi con capi reparto, dipendenti ed operai per verificare la necessità di interventi qualora necessari a livello più basso dell’organizzazione.

Nel caso in cui l’azienda abbia carenze in alcuni settori fondamentali, la cui mancanza può facilmente determinare crisi finanziarie e di mercato, il consulente di direzione agisce per risollevare dalla crisi in diversi ambiti:

Andando ancora più a fondo dei singoli temi va considerata una consulenza più specifica per singola funzione o processo. Solo per fare un esempio, considerando la realizzazione del prodotto, il consulente di direzione entra in gioco per problematiche come Ricerca e sviluppo, Produzione, Logistica e gestione della catena di distribuzione (Supply Chain), e tutti gli aspetti in qualche modo legati proprio alla produzione.

Nonostante appaia come un’attività spesso superflua, o troppo dispendiosa di risorse (sia tempo che denaro), in realtà si tratta di una necessità impellente per parecchie realtà aziendali, dove spesso si naviga “a naso” od in base all’esperienza (in alcuni casi può essere giusto), ma a questa deve affiancarsi uno studio attento delle condizioni ambientali e di mercato che non sempre sono come appaiono ad uno sguardo superficiale.

Se sei interessato ad approfondire il tema e vuoi delle indicazioni che possano scendere più nei particolari sulla gestione della tua azienda, non esitare a lo Studio D’Audino tramite i form che trovi sul blog e nel nostro sito.

Blog
About Claudio D'Audino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *