Blog

30 Luglio 2019

Operazione strategica: Ferrero fa acquisti negli USA per 1,3 miliardi

Finalmente un’altra azienda italiana che fa shopping all’estero; Ferrero compie un’operazione strategica, acquista alcuni marchi Kellogg’s per entrare nel mercato USA

Come sempre noi dello Studio D’Audino siamo attenti alle notizie che riguardano il mondo delle imprese; questo mese vogliamo aggiornarvi su un’altra operazione interessante.

Si è conclusa in questo mese l’acquisizione di alcuni marchi di proprietà Kellogg’s, da parte del colosso italiano della Nutella, Ferrero.

Se vuoi leggere altre notizie dal mondo delle imprese entra direttamente nel nostro blog

Si tratta di un’operazione strategica che il gruppo Ferrero aveva già annunciato ad Aprile, ma conclusasi proprio in questi giorni di estate.

L’operazione che è in sostanza strategica per entrare nel mercato USA, ha riguardato Assets per 1,3 miliardi di dollari e riguarda alcuni marchi ed alcuni stabilimenti.

I diversi Business hanno generato un fatturato di circa 900 milioni di dollari nel 2018, e l’azienda, nell’ambito dell’operazione, ha dovuto battere la concorrenza dell’americana Hostess Brands.

Operazione strategica: marchi acquisiti da Ferrero

I marchi acquistati sono i biscotti Keebler, Famous Amos, Mother’s, i biscotti senza zucchero Murray e i Little Brownie Bakers, gli snack alla frutta Kellog’s e i coni gelato e le crostate Kebbler’s.

Con questa operazione Ferrero entrerà nel mercato statunitense con nuovi prodotti strategici rafforzando la sua posizione nel mercato. Anche perché si tratta di un portafoglio di marchi che è definito “iconico” dal presidente del gruppo piemontese.

L’ultima nota interessante riguarda le fabbriche oggetto della transazione.

Queste saranno gestite da Ferrara Candy Company, un’azienda che Ferrero aveva acquisito nel 2017.

Operazione Strategica Famous Amos

Sicuramente la situazione gestionale delle aziende italiane, in questi anni non è così florida come nell’esempio riportato.

Occorrerebbe però, che molti dirigenti acquisiscano una mentalità più lungimirante e strategica nonché meno provinciale e  “fai da te”, senza rinunciare a quel carattere artigianale tipico delle piccole e medie aziende che sono il tessuto imprenditoriale italiano.

Se sei interessato ad avere notizie come questa sulla tua mail iscriviti alla nostra newsletter in basso nella pagina.

Blog
About Claudio D'Audino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *